Sanità privata, Fp Cgil Salerno continua la mobilitazione

Sono già mille le diffide contro l’accordo “una tantum” firmato da Aiop, Fp Cisl e Uil Fpl. Lo rende noto la Funzione Pubblica della Cgil-Salerno che non ha sottoscritto come gli altri sindacati l’accordo dello scorso 9 aprile con Aiop Campania, che quantifica l’una tantum in 1.800 euro lordi, comprensivi di 585 euro a titolo di bonus transattivo. La Cgil ritiene la somma non adeguata al risarcimento del danno subito dai lavoratori dopo 12 anni di mancata corresponsione.  

La Fp Cgil Salerno ha avviato nel corso degli anni un contenzioso giudiziario a sostegno di questa vertenza i cui esiti, nella maggior parte dei casi, sono stati positivi in primo grado ed in appello, riconoscendo ai lavoratori della sanità privata somme superiori del 57%, in media, rispetto a quanto previsto dalla pre-intesa. I lavoratori contrari all’intesa, in tutta la Campania, hanno già presentato mille diffide verso i datori di lavoro.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento