Sanità, mancanza di personale. L’Asl procede agli incarichi ma dimentica Sapri

L’Asl Salerno ha deciso di scendere in campo per far fronte alle carenze di personale nelle strutture ospedaliere a sud della provincia.

Si tratta, però, di incarichi assegnati per un periodo limitato. Sono stati presi in considerazione sia i Presidi Ospedalieri che i Distretti. 

All’ospedale di Vallo della Lucania arriva una psichiatra per sei mesi. Al “Curto” di Polla, in arrivo due cardiologi per tre mesi, due specialisti di chirurgia generale per due mesi, un pediatra e un otorinolaringoiatra. In arrivo due medici anche a Roccadaspide. 

Per quel che riguarda i distretti, previsti cinque medici Sala Consilina, un cardiologo per il poliambulatorio di Teggiano e uno per quello di Sant’Arsenio dov’è previsto anche l’arrivo di un oculista. Al distretto di Vallo della Lucania sono destinati un otorino per i poliambulatori di Agropoli e Santa Maria di Castellabate, uno per quello vallese che avrà anche un nuovo psichiatra per sei mesi presso il centro di Salute Mentale.

Ha destato stupore e conseguenti polemiche, l’esclusione di Sapri, sia ospedale che distretto, tra le destinazioni inedividuate dalla ASL per imcrementare il personale. 

Al microfono di Vito Sansone, il parere di Giuseppe Del Medico, ex primo cittadino
Giuseppe Del Medico

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su Facebook e Twitter.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Lascia un Commento