Sanità. In provincia di Salerno si chiede lo sblocco del turnover (AUDIO)

Stato di agitazione dell’intero settore sanitario. Urge affrontare la grave crisi assistenziale ed occupazionale con un piano adeguato per garantire la tenuta del sistema salute. Lo chiedono con forza i medici dell’azienda ospedaliera di Salerno che hanno chiesto l’intervento del Prefetto per l’istituzione di un tavolo, per sollecitare il governo alla nomina del commissario regionale condizione che permetterebbe lo sblocco del turnover.

L’entrata in vigore della nuova direttiva sui turni di lavoro rischia di far sopprimere altri reparti negli ospedali della provincia, da Cava a Mercato San Severino, da Castiglione a Roccadaspide,  da Sapri a Polla e Vallo della Lucania alle prese con notevoli carenze d’organico e costrette a fare i salti mortali per garantire l’assistenza ai pazienti.

Stamani in una conferenza stampa i medici dell’azienda ospedaliera di Salerno, supportati da Cgil, Cisl e Uil hanno lanciato un appello anche al governatore De Luca che si appresta sabato 12 dicembre a partecipare all’inaugurazione di una nuova parte della struttura del pronto soccorso del Ruggi di Salerno.

Ascolta il punto di vista dei medici Lello Albano e Francesco Bruno e di Margaret Cittadino segretario provinciale CGIL Sanità incontrati per noi da Barbara Albero.

Sanità Salerno

Lascia un Commento