Sanità in Campania, 400 milioni per interventi sulla rete ospedaliera

Interventi per un importo di quasi 400 milioni di euro saranno effettuati in Campania per il riordino della rete ospedaliera, il potenziamento della rete territoriale e l’adeguamento del patrimonio immobiliare sanitario regionale ai requisiti di sicurezza previsti dalle norme.

Lo prevede l’accordo di programma stipulato fra la Regione e il Ministero della Salute, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze. La spesa a carico della Regione è di poco più di 19 milioni di euro, mentre altri 8 milioni sono cofinanziamento aziendale

A questo punto si potrà passare all’attuazione dei piani di riordino della rete ospedaliera.

Ricordiamo che la nuova rete ospedaliera in provincia di Salerno indica come strutture principali di riferimento l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno che è DEA di II Livello; l’Ospedale san Luca di Vallo della Lucania, DEA di I livello insieme all’Ospedale di Nocera Inferiore. Sono 9 i Pronto soccorso: Pagani, Scafati, Battipaglia, Eboli, Oliveto Citra, Sarno, Polla, Sapri, Mercato San Severino.

Lascia un Commento