Sanità, il commento del Presidente Ordine Medici Salerno Bruno Ravera sullo scandalo liste d’attesa

Torniamo ad occuparci dello scandalo relativo alle liste d'attesa al Ruggi di Salerno su cui hanno iniziato a indagare i magistrati di Salerno già un anno fa. Questa mattina sono finiti agli arresti domiciliari per l’accusa di concussione due medici ed una caposala in servizio al Reparto di Neurochirurgia del Ruggi di Salerno.

Il Direttore del Dipartimento di Neurocienze, Renato Saponiero, 59 anni, è invece destinatario di un'ordinanza interdittiva con sospensione dal servizio per 9 mesi, per l’accusa di abuso d’ufficio, per non aver controllato la regolare gestione delle liste d’attesa e degli interventi chirurgici. 

E' indagato a piede libero in concorso in concussione anche il neurochirurgo giapponese Takanori Fukushima

I provvedimenti cautelari di oggi, eseguiti dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Salerno, sono scaturiti da indagini avviate ad aprile 2015 a seguito di una denuncia presentata ai carabinieri dal parente di una paziente che raccontò di aver pagato per accorciare i tempi di attesa dell’operazione. 

Sarebbero 9 i casi accertati di pazienti che avrebbero pagato somme di denaro variabili dai 1.500 e fino all’incredibile cifra di 60mila.

A Radio Alfa abbiamo raccolto anche il commento del Presidente dell'Ordine dei Medici di Salerno, Bruno Ravera

Riascoltalo QUI

Bruno Ravera scandalo Ruggi

Lascia un Commento