San Rufo (SA) – Masso su auto, giovane vivo per miracolo

E’ ancora sotto choc, Alfiero Albanese, giovane bancario, di Roscigno, che ieri mattina è stato sfiorato da un grosso masso e detriti caduti sulla sua auto da un costone roccioso mentre percorreva la statale 166 tra Corleto Monforte e San Rufo.
Il giovane che stava raggiungendo il luogo di lavoro nel Vallo di Diano si sente miracolato perché il masso che, ha distrutto la sua auto incastrandosi tra il sedile anteriore e quello posteriore, lo ha letteralmente sfiorato. Di miracolo parla anche il padre Michele Albanese, direttore generale della Bcc Monte Pruno, che ha vissuto con apprensione insieme a tutta la famiglia quanto è accaduto ieri mattina lungo la strada che anch’egli percorre ogni giorno.
L’arteria era stata riaperta pochi giorni fa dopo una chiusura dovuta proprio al pericolo di caduta massi dal costone interessato ad agosto da un incendio. A seguito di un intervento di messa in sicurezza del Genio Civile di Salerno, la statale era stata riaperta alla vigilia dell’avvio del nuovo anno scolastico.
Ora ci si chiede a quanto siano serviti i lavori se un giovane stava per perdere la vita nel tratto incriminato.

Lascia un Commento