San Rufo (SA) – Il marocchino Morad El Murid vince la 3a edizione di MetaMatarath

Il marocchino Morad El Murid, dell’ASD Podistica Cava Picentini, è il vincitore della terza edizione di MetaMarathon, l’half marathon svoltasi sulle strade del Vallo di Diano. Al secondo ed al terzo posto, invece, si sono classificati rispettivamente Mohamed Haijy, anch’egli magrebino, della LBM Sport Team di Roma, e l’algerino Hallag Kamel, dell’Atletica Aurora di Battipaglia, quest’ultimo sul podio di MetaMarathon per la terza volta consecutiva.

Per le donne, invece, a salire sul gradino più alto del podio è stata la napoletana Concetta Franzese, della società campana "I Pini di Crispano", seguita al secondo posto dalla lucana Isa Manfredelli ed, al terzo, dall’altra lucana Maria Rosaria Martino dell’Atletica Femminile Sedas Lauria.

Società vincitrice è risultata la CSU Atletica Aurora di Battipaglia, seguita dalla società  lucana "Podistica di Brienza" e dalla ASD "Polisportiva Folgore" di Nocera Inferiore.
I podisti, in rappresentanza di trenta società, si sono confrontati sul tradizionale percorso, lungo 21,097 km, che ha attraversato i territori comunali di Padula, Sassano Teggiano e San Rufo. Per gli italiani il maggior numero di iscritti provenivano dalla Campania, Basilicata Puglia e Calabria. Nutrita anche la rappresentanza di podisti stranieri, tra essi molto numerosi erano quelli della società "Piume Nere" della NATO. 

A premiare gli atleti, presso il Centro Sportivo Meridionale di San Rufo, quartiere generale di MetaMarathon, è stato il presidente FIDAL Campania, Sandro Del Naia, che, accompagnato dal segretario FIDAL, Marco Piscopo, nell’apprezzare l’evento podistico valdianese, ha auspicato, al più presto, la conclusione degli interventi di riqualificazione, attualmente in corso, presso lo stesso  Centro Sportivo sanrufese, struttura presso la quale la FIDAL ha intenzione di promuovere importanti eventi sportivi di atletica leggera.
Anche quest’anno, intanto, MetaMarathon si è rivelata una utile occasione di promozione del territorio valdianese. Non a caso, tantissimi appassionati di podistica, dopo aver assistito alla gara, hanno visitato i diversi attrattori turistici, ambientali e culturali locali, quali la Certosa di San Lorenzo in Padula, la Valle delle Orchidee di Sassano, il borgo medievale di Teggiano e le Grotte dell’Angelo di Pertosa. 
MetaMarathon è stata organizzata dalla società sportiva valdianese Meta Sport in collaborazione con numerosi partner privati e con diverse istituzioni, tra esse l’Ente Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano che segue l’iniziativa sin dal primo anno.

Lascia un Commento