SalernoEconomy, turismo e web reputation. Il museo di Amalfi in testa

Il futuro del Turismo si gioca anche sulla grande sfida della web reputation. In provincia di Salerno, su un campione di 52 siti museali o archeologici/paesaggistici, dall’analisi dei dati contenuti nell’indagine del MiBact (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), risultano ancora troppo basse incidenza ed interazione con i social media.

I dati ufficiali fanno riferimento ad un censimento effettuato nel 2015 ed incoronano il museo diocesano di Amalfi, il Museo Archeologico Nazionale di Paestum, l’Area Archeologica di Paestum, Villa Cimbrone a Ravello e la Certosa di San Lorenzo.

Il dato si intreccia perfettamente con la web-reputation di questi luoghi e di queste location che secondo elaborazioni pubblicate su Salerno Economy e sulla base delle recensioni rilasciate dai visitatori sul sito TripAdvisor, hanno sviluppato una notevole capacità attrattiva. 

Ne abbiamo parlato con il giornalista economico Ernesto Pappalardo nella puntata di Salerno Economy di lunedì 2 Aprile 2018, alle ore 13.

Salerno Economy del 02.04.2018

Lascia un Commento