SalernoEconomy: Consumi in calo in Campania

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Non si ferma il calo dei consumi in Campania, con un crollo che ha portato il livello medio del 2013 a 11.307 euro pro-capite. Nel 1995 invece i campani spendevano in media 11.887 euro, quasi 600 euro in più rispetto al 2013. La previsione è che serviranno 15 anni e mezzo per riportare i consumi dei campani al livello prima della crisi manifestatasi nel 2007.

Il dato è contenuto nell’analisi del Centro Studi Ance Salerno sulla base dei dati del report dell'Ufficio Studi della Confcommercio "Il divario Nord-Sud". Lo abbiamo commentato con il responsabile del Centro Studi, Ernesto Pappalardo, analista economico, che come ogni sabato è intervenuto a Radio Alfa, nell’appuntamento delle 10 con  SalernoEconomy. Calano i consumi in provincia di Salerno più che in altre province campane anche perché il patrimonio delle famiglie salernitane è per lo più immobiliare e quindi difficile da trasformare in liquidità subito spendibile.

Con il collega Pappalardo abbiamo commentato anche l’elezione a vicepresidente nazionale di Confagricoltura dell’imprenditore salernitano, Giandomenico Consalvo, che ha ricevuto la delega al Sud. Presidente nazionale per i prosismi tre anni Mario Guidi.

Ascolta la puntata in podcast

Il punto con Ernesto Pappalardo (21.06.2014)

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento