SALERNO – Zavoli alla scuola di giornalismo all’università

"L’informazione è l’arma per poterci difendere. Il mondo ha bisogno di informazione come del pane". Lo ha detto il presidente e direttore della Scuola di Giornalismo dell’Università di Salerno, Sergio Zavoli, che oggi ha incontrato i venti aspiranti giornalisti professionisti. "La formazione – spiega il presidente della Commissione di vigilanza sulla Rai – è un valore aggiunto. Se è vero che ci sono circa 30 mila giornalisti professionisti e 70 mila pubblicisti, vuol dire che bisogna trovare un ruolo per entrambe le categorie. Serve – ha spiegato – una legge di sistema per dare delle regole". Sul destino della carta stampata, poi, Zavoli ha aggiunto: "E’ impensabile che scompaia. Penso alla crisi che oggi ci attanaglia. Senza i giornali la gente non saprebbe nulla dei motivi, delle conseguenze, delle persone coinvolte". Alla fine dell’incontro, gli aspiranti giornalisti hanno consegnato a Zavoli il volume "Nomi e cognomi" che hanno scritto e che racchiude diciassette storie di testimoni della cultura del nostro tempo.

Lascia un Commento