SALERNO – Vertenza Silba. Resta l’agitazione anche dopo il tentativo di conciliazione in Prefettura

E’ fallito ieri il tentativo di conciliazione in prefettura a Salerno sulla vertenza dei lavoratori Silba, struttura sanitaria convenzionata. All’incontro, presieduto dal viceprefetto aggiunto Antonella Giugliano, hanno partecipato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil, l’amministratore delegato Silba e il presidente provinciale Aiop, associazione dell’ospedalità privata. I lavoratori lamentavano il mancato pagamento dello stipendio di marzo che nel frattempo è stato corrisposto, ma confermano la gravità della situazione finanziaria, in quanto ora bisognerà procedere al pagamento della mensilità di aprile e i pagamenti non avvengono in modo costante, nonostante l’accordo di febbraio scorso tra Azienda sanitaria e le Associazioni di categoria. La Silba durante l’incontro in prefettura ha riferito che l’Asl gli verserà il mese di gennaio e potrà pagare un’altra mensilità nei tempi previsti. Il rappresentante della Silba chiede però all’Asl Salerno di velocizzare il pagamento degli arretrati in modo da consentire alla struttura di pagare regolarmente i propri dipendenti. Il presidente dell’Aiop, Gianfranco Camisa, in rappresentanza delle aziende private convenzionate auspica un’azione congiunta per chiedere alla Regione Campania di sbloccare i fondi utili al pagamento dei crediti vantati prima del 2010. Rimane dunque lo stato di agitazione in attesa che la società azzeri le mensilità arretrate.

Lascia un Commento