Salerno, venduto all’asta l’ex edificio del Pastificio Amato alla Intesa Immobiliare Srl

A Salerno il vecchio Pastificio Antonio Amato, con sede a Mercatello, è stato acquisito dalla Intesa Immobiliare Srl.

I due soci, gli imprenditori salernitani Roberto Aversa e Luigi Chianese, si sono aggiudicati il vecchio immobile di via Picenza per 3 milioni e 150mila euro. Alla prima vendita, poi andata deserta, nel 2014 si partiva da una base d’asta di circa 10 milioni di euro. 

I due imprenditori avevano la possibilità anche di assicurarsi anche l’elaborato progettuale di Jean Nouvel pagando altri 100mila euro. La Intesa Immobiliare ha scelto però di non acquistare il progetto perché, secondo quanto dichiarato dall’avvocato Aversa a Il Mattino, «è molto bello, fantasioso e ambizioso ma rischierebbe di decontestualizzare l’opera che vogliamo realizzare». Del vecchio opificio saranno mantenuti i mulini ma il progetto iniziale andrà ridimensionato.

I due soci hanno intenzione di realizzare edilizia per le giovani coppie e abitazioni funzionali e moderne, che rispettino gli standard ambientali e siano all’avanguardia. Intesa Immobiliare ha intenzione di realizzare un’opera qualificante che possa ridare tono alla zona della città.

“Aver rinunciato al progetto Nouvel non vuol dire aver rinunciato ad un’edilizia di qualità” così hanno detto i due imprenditori salernitani.

Lascia un Commento