Salerno: Uccise la madre con 70 coltellate ora potrebbe essere dichiarato incapace

A novembre di due anni fa trucidò la madre con 70 coltellate, ora Vincenzo Aulisio, potrebbe essere dichiarato incapace. L'uomo, il 22 novembre 2012 uccise la madre nell’appartamento in cui vivevano nel rione Petrosino, a Salerno. Come riporta oggi ‘Metropolis’, il professore Antonello Crisci, perito nominato dalla Procura di Salerno, domani farà visita all'uomo ricoverato presso l'ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa, per una nuova perizia. In primo grado, Ausilio fu condannato a 16 anni di carcere e 3 di ricovero obbligatorio presso la struttura casertana, ma ora, se fosse riconosciuta l’incapacità il carcere potrebbe trasformarsi in un ricovero obbligatorio, fino a un massimo di 10 anni, presso l'ospedale psichiatrico. La perizia sarà presentata in occasione della prossima udienza fissata per il 18 ottobre.

Lascia un Commento