SALERNO – Turismo, in aumento la presenza di vacanzieri

E’ buona e in aumento rispetto allo scorso anno la presenza di vacanzieri in provincia di Salerno per le festività di Pasqua. E’ quanto risulta da un’indagine a campione effettuata dall’Ept di Salerno in 250 strutture ricettive della provincia, divise per macro aree.

L’area a registrare la maggiore presenza di turisti è quella della Costiera Amalfitana dove le strutture ricettive aperte per il periodo pasquale sono il 95% e i posti letto sono occupati per l’85%. Questo dato però è destinato a crescere nelle giornate di Pasqua e di lunedì in Albis.

Dati superiori alla media si registrano ad Amalfi, Minori e Praiano, mentre le destinazioni più consolidate come Ravello e Positano si attestano intorno al 95%.

Nella città di Salerno i circa 1.700 posti letto disponibili, sono occupati per circa il 78%, rispetto al 62% della Pasqua 2010.

Nel Cilento l’indice di occupazione camere è superiore al 65%, con un picco del 75% ad Agropoli, un buon 70% a Castellabate e a Capaccio–Paestum. Pisciotta, Palinuro, Camerota e le località costiere del Golfo di Policastro registrano un turismo per lo più strutturato sulla presenza di interi nuclei familiari, spesso di ritorno nei luoghi d’origine, così come i tanti paesi del Parco Nazionale. La percentuale degli stranieri è poco incidente. In notevole aumento anche Contursi Terme, in considerazione del richiamo esercitato dall’offerta termale che negli ultimi anni rappresenta uno dei settori maggiormente in crescita in tutto il comparto turistico. Nel Vallo di Diano il complesso speleologico delle Grotte di Pertosa e la

Certosa di Padula si confermano i due attrattori maggiormente richiesti, in particolare per le tradizionali gite fuori porta. 

Lascia un Commento