SALERNO – Truffe, Finanza scopre giro di fatture false per 30 mln

Una frode dell’IVA, pari a quasi 30 milioni di euro, che era stata realizzata attraverso l’introduzione nel territorio nazionale di veicoli industriali provenienti dall’Austria che consentivano guadagni notevoli e costi molto bassi dei prodotti. E’ quanto ha scoperto la Guardia di Finanza di Salerno che aveva avviato le indagini dopo alcuni accertamenti compiuti in due società salernitane. In quell’occasione i finanzieri avevano riscontrato l’assenza di personale dipendente, la mancanza di struttura amministrativa e commerciale, con le scritture contabili e fiscali largamente lacunose. Inoltre, era stato omesso il versamento dell’intera Iva a debito il tutto a fronte di scambi commerciali per diversi milioni di euro che hanno fatto ritenere che le due società potessero essere coinvolte in un più ampio sistema di frode all’IVA, perpetrato secondo lo schema di frode carosello. Le indagini avviate nel 2006 hanno consentito di fare chiarezza su un sistema collaudato per molti altri settori commerciali, nel momento in cui vengono introdotti prodotti comunitari sul territorio nazionale. Coinvolte 28 società in tutta Italia ed indagate 14 persone per associazione per delinquere finalizzata alla truffa.

Lascia un Commento