TERMOVALORIZZATORE – Il comune di Salerno pronto a chiedere l’intervento della Procura

Il comune di Salerno, dopo le notizie di stampa in merito all’aggiudicazione della concessione per la costruzione di un termovalorizzatore a Salerno, ha diffuso un comunicato nel quale definisce questa operazione propagandistica. Non si tratta di un’aggiudica definitiva, si legge nel comunicato, ma solo una provvisoria. Si precisa che "siamo, quindi, ancora sul piano delle carte". Nel frattempo, per il Comune, occorrono risposte valide per l’emergenza rifiuti oggi, e non fra quattro anni. Il Comune di Salerno chiederà immediatamente l’accesso agli atti per una verifica di merito di ogni dettaglio di tutta la procedura. Al momento, secondo l’Amministrazione Comunale è illegittima ogni aggiudicazione per la mancanza di compatibilità urbanistica dell’area individuata. Inoltre sempre secondo il duro comunicato del Comune, ad oggi, la provincia di Salerno non può garantire trecentomila tonnellate annue di conferimenti all’impianto come prevede il bando di gara. L’Amministrazione comunale del capoluogo annuncia dunque che tutti gli atti saranno trasferiti alle Procure della Repubblica di Napoli e di Salerno con le osservazioni di merito che saranno svolte sulle procedure seguite e sugli atti emanati.

Lascia un Commento