Salerno, tento’ di uccidere tre extracomunitari, arrestato ventenne salernitano

Nella serata di ieri la Polizia ha arrestato Ciro Imoletti, ventenne residente a Salerno, per i reati di lesioni gravi e tentato omicidio in danno di tre cittadini extracomunitari.

Per lo stesso reato, gli investigatori della Squadra Mobile, nei giorni scorsi avevano arrestato i due complici del ragazzo, Gianluca Leo e Marco Mancini entrambi trentaduenni originari di Salerno.

Le indagini della Sezione Falchi hanno preso il via in seguito all’aggressione subita da tre cittadini extracomunitari sul lungomare di Salerno alla fine del mese di giugno. In quella circostanza, le vittime, ospitate presso il centro S.P.A.R. (Sistema Richiedenti Asilo e Rifugiati), furono avvicinate e accerchiate dai tre all’altezza della Camera di Commercio di Salerno. Prima furono aggrediti verbalmente perché riferissero dove si trovasse un loro connazionale, tale “BOB”, autore, secondo i tre, di un’aggressione fisica ad alcuni italiani. Poi si passò alle violenze fisiche con colpi al volto e ferite con un coltello. Una delle vittime fu anche colpito in testa con un oggetto a punta, tanto da provocargli una grave ferita alla testa, con fuoriuscita di materia cerebrale, che ha richiesto poi un delicato intervento chirurgico.

Per l’inaudita violenza usata nei suoi confronti e per le gravi ferite riportate, una delle vittime necessita tuttora di cure mediche e di ulteriori interventi per recuperare la piena funzionalità del linguaggio.

Lascia un Commento