SALERNO – Tassa soggiorno. Giudice, balzello che penalizza le realtà imprenditoriali

Per Giovanni Giudice, segretario della Cisl salernitana, “la tassa di soggiorno è un balzello che penalizza le realtà imprenditoriali”. Nell’esprimere solidarietà a tutti quelli albergatori salernitani le cui attività ricadono nei comuni in cui è stata introdotta la nuova tassa, Giudice si chiede quale criterio abbia spinto alcune amministrazioni comunali ad applicare la tassa in questo momento di forte crisi. Per il segretario della Cisl, la tassa non solo è assurda ma anche la durata massima dell’applicabilità è eccessiva. La Costa d’Amalfi – si legge nella nota della Cisl – l’anno scorso ha registrato una occupazione del 90% nel periodo di luglio, aumentata con il last minute. Quest’anno in molti rimarranno in Italia per le proprie vacanze ed alla Cisl – prosegue la nota – piacerebbe sapere che fine faranno questi soldi, se verranno reinvestiti, come dovrebbe essere, nel settore turismo, o, più probabilmente, verranno utilizzati per rimpinguare le casse comunali.

Lascia un Commento