Salerno: Tasi, approvate le modalita’ dal Consiglio Comunale

Tutto come annunciato, il Consiglio comunale di Salerno ieri pomeriggio con 23 voti favorevoli, due contrari e tre astenuti, ha approvato le modalità di pagamento della Tasi, la nuova tassa che sostituisce l’Imu e comprende i servizi comunali indivisibili. Per l’abitazione principale, l’aliquota stabilita, comprensiva della maggiorazione, è del 3,3 per mille. Sono circa 27mila i contribuenti interessati a Salerno.

Si dovrà pagare, utilizzando il modello F24, in due rate: il 16 giugno e il 16 settembre. Sono state assimilate all’abitazione principale anche quelle date in comodato gratuito ad un parente di primo grado; i fabbricati destinati ad alloggi sociali; le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie; la casa coniugale assegnata al coniuge in seguito a separazione legale, annullamento o scioglimento del matrimonio; i fabbricati costruiti e ancora invenduti. Per i fabbricati rurali ad uso strumentale l’aliquota Tasi è dell’1 per mille.

Per tutti gli altri immobili, che non sono abitazione principale o assimilabile, a Salerno si pagherà solo l’Imu, con l’aliquota massima dell’anno scorso, che era del 10,6 per mille.

Il Consiglio comunale di Salerno, inoltre, ha stabilito detrazioni tra i 100 ed i 200 euro a seconda della rendita catastale. Detrazioni anche per i figli che risiedono presso l’abitazione principale: 30 euro per ogni figlio fino a 26 anni di età.

Ecco gli altri comuni salernitani dove si paga la prima rata della Tasi il 16 giugno:

Altavilla SIlentina,
Auletta,
Baronissi,
Casal Velino,
Castel S.Giorgio
Centola
Cava de Tirreni
Giffoni Sei Casali
Giffoni Valle Piana
Positano
Polla
Oliveto Citra
Serre
S.Marzano Sul Sarno
S.Mango Piemonte
Trentinara
Vallo della Lucania

Lascia un Commento