SALERNO – Tagli al trasporto pubblico, la Cisl sul piede di guerra

La Cisl di Salerno contesta fortemente i tagli della Regione sul trasporto pubblico. I vertici del sindacato in una nota evidenziano come i tagli comporteranno un aumento dei prezzi di biglietti e abbonamenti tra il 10 e il 12% e, nel contempo, la diminuzione delle corse sia su ferro che su gomma. “Adesso è chiaramente in gioco il diritto alla mobilità dei cittadini”, ha affermato il segretario generale della Cisl salernitana Giovanni Giudice. In questo contesto, sostiene Giudice i cittadini che non hanno la possibilità di muoversi con l’auto sarebbero lasciati soli al loro destino. Gaetano Pellegrino dell’Adiconsum Salerno sostiene che il diritto alla mobilità deve rimanere inviolabile. “Se si registreranno dei tagli alle corse e degli aumenti indiscriminati ai ticket – annuncia Pellegrino – correremo ai ripari tutelando in ogni sede i consumatori”.

Lascia un Commento