SALERNO – Spacciano eroina e cocaina, arrestate due donne

Arrestate ieri sera a Salerno due donne che spacciavano eroina e cocaina nella zona dell’Arbostella e di Mariconda. I carabinieri del Reparto Operativo, che da tempo seguivano gli spostamenti delle due spacciatrici, hanno scoperto anche il loro nascondiglio. Agli arresti sono finite Patrizia Sobetta, di 59 anni, e Giovanna Merano, di 57, entrambe con precedenti, accusate di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il luogo in cui le due donne nascondevano la droga in attesa di cederla agli acquirenti era una fessura all’esterno del muro perimetrale di una struttura commerciale, dove i carabinieri hanno trovato 10 capsule in plastica contenenti circa 10 grammi di cocaina e 17 capsule con circa 20 grammi di eroina, tutte già pronte per essere smerciate, e la somma di 375 euro ritenuta provento dell’attività illecita.
Lo stupefacente era stato occultato nel nascondiglio per evitare di portarlo al seguito ed eludere così controlli da parte delle Forze dell’Ordine. Ma gli investigatori dei carabinieri da tempo avevano registrato una intensificazione delle attività di spaccio e una sempre maggiore disponibilità sul mercato di eroina e cocaina con anomali movimenti di soggetti, conosciuti in ragione della loro dipendenza da stupefacenti, che nelle ultime settimane avevano iniziato a frequentare le zone di Mercatello e dell’Arbostella.
I militari hanno poi notato le due donne che, muovendosi a bordo di una Fiat Panda, prendevano contatti con gli acquirenti e poi si recavano in quello che fino a ieri era da loro considerato un nascondiglio sicuro per prelevare le dosi di eroina e cocaina richieste. Patrizia Sobetta e Giovanna Merano sono ora agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicate con rito direttissimo.

Lascia un Commento