SALERNO – Soldi solo a Napoli, insorgono i farmacisti salernitani

Insorgono i farmacisti della provincia di Salerno contro la decisione della Regione Campania di pagare solo alle farmacie di Napoli e provincia, parte dei debiti accumulati dalle Asl Napoli 1, 2 e 3. Il presidente di Federfarma Salerno, Leonardo Accarino, ha scritto una lettera al presidente della Giunta regionale, Stefano Caldoro, in cui mette in evidenza la disparità di trattamento riservata ai titolari di farmacia del salernitano che vantano fino ad oggi sette mensilità per una cifra che di quasi 120 milioni di euro. “E’ evidente – secondo Accarino – la necessità di dotare anche l’Asl salernitana di ulteriori risorse da destinare alla spesa farmaceutica per la copertura di debiti scaduti.  Il presidente dei farmacisti salernitani non esclude che la mancanza di segnali positivi potrebbe mettere a rischio l’assistenza farmaceutica in provincia di Salerno.

Lascia un Commento