Salerno, sette rapine in meno di un mese. Arrestato pregiudicato

Furto aggravato e rapina, queste le accuse che hanno portato oggi all’arresto, da parte dei Carabinieri di Salerno Mercatello,  di un pregiudicato 32enne salernitano. 

L’ordine di arresto è stato emesso per i reati di furto aggravato e rapina, dal G.I.P. del Tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura della Repubblica.

I Carabinieri, nel corso di complessa attività di indagine su una serie di furti avvenuti nel centro storico di Salerno nello scorso mese di gennaio, hanno individuato il 32enne quale autore di numerosi episodi.

Almeno sette le rapine in poco più di venti giorni. Nel dettaglio sarebbe l’autore di una rapina in via Davide Galdi, dove aveva asportato con destrezza la borsa, contenente denaro ed effetti personali, ad una 47enne di Salerno. In un’altra occasione, l’uomo in via Fiume, si era impossessato, asportando dall’abitacolo di una vettura una borsa di una 56enne di Pontecagnano Faiano.  In p.zza Monsignor Grasso, dopo essersi introdotto armato di coltello in una rivendita di materiali elettrici, dietro minaccia dell’arma tentò di farsi consegnare l’incasso giornaliero dal titolare. In via Posidonia, aveva perpetrato altre due rapine, sotto minaccia di coltello, ai danni di una rivendita di tabacchi. In via Carlo Liberti, minacciandolo con un coltello, aveva costretto un 32enne di Salerno, a consegnargli il denaro in suo possesso; in via Ugo Foscolo, armato di coltello, all’interno di un bar caffetteria, aveva costretto il titolare a consegnargli l’intero incasso.

Lascia un Commento