Salerno – Sequestro Crescent, per Bonavitacola una decisione sorprendente

Definisce sorprendente il provvedimento di sequestro del cantiere del Crescent a Salerno il deputato salernitano Fulvio Bonavitacola, del Pd. “Dopo anni d’indagini che dovrebbero essere concluse da tempo, il Gip presso il Tribunale di Salerno – afferma Bonavitacola – dispone il sequestro del Crescent proprio pochi giorni prima della definitiva parola del Consiglio di Stato, sicuramente autorevole e qualificata per offrire una valutazione sulla legittimità o meno proprio dei medesimi atti vagliati nel parallelo procedimento giudiziario”.

Oltre al sequestro ieri sono stati notificati 30 avvisi di garanzia al sindaco, assessori comunali, imprenditori e rappresentanti della Soprintendenza. Abuso d’ufficio, falso in atto pubblico e violazioni in materia urbanistica sono i reati ipotizzati, a vario titolo.

Lascia un Commento