Salerno: Sequestrati due impianti nell’area di cantiere Porta Ovest

E’ stato notificato oggi dai carabinieri del Noe, come annunciato dal quotidiano Il Mattino, il provvedimento di sequestro emesso dal Gip del Tribunale di Salerno, Bocassini, nei confronti dei titolari di un impianto per la produzione di calcestruzzo ed un altro per la frantumazione, la vagliatura e la selezione di materiali inerti, a servizio del cantiere di Porta Ovest a Salerno. I due impianti collocati in via Ligea, nei pressi dell’area portuale, fanno capo ad una società salernitana. Secondo le indagini della magistratura salernitana, sono risultati privi delle prescritte autorizzazioni alle emissioni in atmosfera. Il legale rappresentante degli impianti è stato denunciato in stato di libertà per le emissioni in atmosfera non autorizzata mentre altre sei persone sono indagate per illecita gestione dei rifiuti.

Lascia un Commento