SALERNO – Sequestrate 50 tonnellate di pesce scaduto

Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL
Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo

Oltre 50 tonnellate di pesce scaduto sono state sequestrate dai carabinieri del Nas in un deposito all’ingrosso di Salerno. Astici, anguille, orate, capitoni e mitili di provenienza sconosciuta sono stati trovati in cattivo stato di conservazione, congelati in acqua di mare e con data di scadenza ampiamente superata. Sempre i militari del Nas di Salerno hanno anche sequestrato in 4 aziende dolciarie della provincia 15 tonnellate di dolci tipici delle festività natalizie e materie prime in cattivo stato di conservazione e prive di rintracciabilità, provvedendo al sequestro o alla chiusura sanitaria delle 4 aziende dolciarie per gravi irregolarità igienico sanitarie. I controlli per la sicurezza degli alimenti e di altri prodotti che si commercializzano maggiormente in questi giorni di festa hanno riguardato tutta l’Italia e hanno visto l’impiego di 500 militari dell’Arma. In totale, sono state controllate oltre 1500 aziende alimentari di cui 452 sono risultate irregolari per violazioni di natura igienico sanitaria, strutturale o commerciale, 39 delle quali sono state chiuse. I militari hanno sottoposto a sequestro 250 tonnellate di alimenti di cui appunto oltre 50 tonnellate di pesce a Salerno, per un valore di circa 3 milioni di euro segnalando i 500 responsabili, e contestando sanzioni amministrative per oltre 600mila euro. Sequestrati anche 200mila giocattoli e luminarie pericolosi.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

 
Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Una risposta

  1. pietro 23/12/2011

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp