SALERNO – Se Lotito vuol restare qui deve far scendere in campo la Salernitana, parola di De Luca

"Chi vuole restare a Salerno, deve far scendere in campo la Salernitana". Lo ha detto il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca in diretta su RADIO ALFA. Il sindaco interpellato sulla grande festa che nella serata di ieri, in occasione del 93esimo compleanno della Salernitana fondata il 19 giugno del 1919, ha ribadito le pressione che costantemente sta facendo all’indirizzo di Lotito. "E’ pur vero, ha aggiunto il primo cittadino, che il problema è legato alla titolarità dei beni immateriali della società granata. Se Lotito e Mezzarona acquistano colore e simbolo, non possiamo pensare che poi qualcuno presenti una richiesta per il risarcimento del danno. La vicenda non tocca solo 30mila persone, ha detto poi il sindaco. In piazza in realtà c’erano 150mila persone, ovvero la città intera che ha nel cuore questo affetto, questo legame da decenni". Il primo cittadino ha poi ribadito di aver continuamento, anche nelle ultime ore, fatto presente a Lotito che "chi vuole restare a Salerno deve mettere in campo la SALERNITANA e basta. Una condizione imprescindibile". Ma colore e simbolo con bastano. "Noi ci aspettiamo di riavere la nostra storia, ma naturalmente ci teniamo anche all’allestimento di una squadra degna di questo nome. E siccome Lotito ha notoriamente le mani "arrugnate" (mani chiuse, ovvero è una persona non dispensiosa n.d.r.) stiamo facendo la pressione dovuta anche su questo versante, ha concluso De Luca ironicamente.  

Lascia un Commento