SALERNO – Scuola, mancano i bidelli. Al Da Procida in classe a giorni alterni

Un avvio di anno scolastico con molte difficoltà in diverse scuola di Salerno e provincia a causa della carenza di personale tecnico amministrativo. Il caso più eclatante è quello del Liceo scientifico “Giovanni Da Procida” di Salerno, il liceo, che con i suoi circa 1.500 studenti è il più frequentato di tutta la provincia, ma avendo a disposizione solo 7 dei 13 Ata necessari, non potrà aprire la succursale di via Urbano II, frequentata da 620 studenti. La situazione come ci ha spiegato il preside Antonio Vairo è stata più volte denunciata alle istituzioni ed enti competenti, ma finora non è giunta nessuna risposta. Dal 14 settembre, quando si apre ufficialmente l’anno scolastico, si farà ricorso ai doppi turni utilizzando la sede centrale. Il 14 cominceranno ad andare a scuola i circa 900 studenti della sede centrale, mentre il 15, toccherà a quelli della succursale e a proseguire con questa alternanza.

E per carenza di personale tecnico amministrativo non possono aprire nemmeno le scuole dell’infanzia di giovi e Sant’angelo, di Salerno e di San Mango Piemonte, tutte e tre dipendenti dall’Istituto comprensivo di Ogliara. Contro queste carenze ma più in generale contro i tagli alla scuola salernitana, oggi sono tornati a protestare i precari con un’occupazione presso l’Ufficio scolastico provinciale, che però al momento è senza un dirigente.

Lascia un Commento