Salerno, scoperto il modus operandi dei ladri del parcometro

Monete bloccate nel parcometro? La macchinetta non dà resto? Non è un problema tecnico. Si tratta di un furto vero e proprio.

Lo ho scoperto Salerno Mobilità i cui tecnici, dopo le molteplici segnalazioni che riguardano tutto il territorio cittadino, hanno avviato una serie di controlli scoprendo il “modus operandi”.

All’interno dello spazio destinato alla fuoriuscita del resto, dei furbetti inseriscono dei blocchi, pezzi di plastica, cartone, stoffa o pezzetti di spugna, in modo da fermare l’uscita delle monete.

Poi quando il malcapitato automobilista, probabilmente irritato per non aver ricevuto il resto, va via, i ladruncoli entrano in scena, eliminano il blocco e prendono gli spiccioli.

Finora sono arrivate segnalazioni di casi avvenuti in parcometri su via Roma, corso Garibaldi e sul Trincerone.  Salerno Mobilità ha presentato una denuncia alla Procura della Repubblica di Salerno.

Intanto l’amministratore unico Massimiliano Giordano spiega che sono stati intensificati i controlli. Su ogni parcometro sarà esposto un avviso per mettere in guardia gli utenti, invitandoli a verificare che non vi siano ostruzioni nello sportellino.

Il più delle volte, infatti, all’esterno non c’è traccia di manomissione, perché l’oggetto utilizzato per sbarrare il passaggio del denaro viene incastrato nel bocchettone in modo che non sia visibile.

Il parcometro, dunque, appare intatto.

Lascia un Commento