Salerno, scoperti al Porto 11mila kg di pesche con larve vive provenienti dalla Tunisia

Skill Alexa di Radio Alfa per dispositivi Amazon Echo
Radio ALFA, LIVE • LOCAL • SOCIAL

Il porto di Salerno si conferma importante crocevia anche, purtroppo, per merce illegale.

L’assessorato regionale all’agricoltura ha fatto sapere che ben 11mila chili di pesche tunisine infettate sono state scoperte dagli ispettori del Servizio Fitosanitario Regionale della Campania al Porto di Salerno.

 

Si tratta per la precisione di una partita di frutti di pesco proveniente dalla Tunisia per 1.680 colli individuata presso il Posto di Controllo Frontaliero di Salerno. Nei frutti esaminati con le attrezzature in dotazione agli ispettori sono state individuate delle larve vive considerate organismi nocivi da quarantena per i paesi della UE. La scoperta è stata segnalata agli organismi internazionali competenti, comprese le autorità tunisine.

L’attività degli Ispettori fitosanitari del SFR Campania continua in maniera serrata, viste le notevoli quantità di vegetali e prodotti vegetali importati, e l’importanza del controllo fitosanitario alle frontiere per la salvaguardia del comparto delle produzioni agroalimentari della regione, nonché dell’intera penisola italiana.

 

Sei su Telegram? Per ricevere le notizie in tempo reale è possibile unirsi gratis al canale Telegram di Radio Alfa.
Se trovi interessante questo articolo, condividilo sui tuoi social e segui Radio Alfa anche su FacebookTwitter e Instagram.
Non esitare a lasciare un tuo commento ai nostri articoli.

Vipnet, la soluzione per internet e voip senza linea fissa

Lascia un Commento

Contattaci whatsapp