Salerno, scoperta e sequestrata una casa di appuntamenti per l’esercizio della prostituzione

Una casa d’appuntamenti dove si esercitava la prostituzione è stata scoperta a Salerno dai Falchi della Squadra mobile che hanno denunciato il responsabile. E’ un 50enne che deve rispondere di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

I poliziotti hanno fatto il blitz dopo aver raccolto delle segnalazioni e dati tramite internet sui vari siti dedicati agli incontri sessuali. La casa a luci rosse è stata individuata in via Benedetto Croce a Salerno.

Al momento dell’intervento degli agenti c’era una persona che aveva pubblicizzato le sue qualità di prostituta transessuale indicando anche il numero di telefono per fissare gli incontri e le richieste di prestazioni sessuali il cui compenso partiva da un minimo di 150 euro fino a raggiungere cifre più alte in caso di richieste diverse e particolari.  

L’uomo, di 28 anni, originario della Colombia, aveva ricevuto in affidamento l’appartamento dal 50enne salernitano.  

Dall’attività meretricia del colombiano, il 50enne traeva un guadagno giornaliero di 30 euro che lo stesso colombiano gli versava, come da accordi presi.  

Oltre al sequestro dell’appartamento, a carico del salernitano è scattata, come detto, la denuncia alla Procura della Repubblica di Salerno. Sono  in corso  ulteriori indagini  al fine di accertare eventuali  responsabilità a carico di altre persone nell’illecita attività.

Lascia un Commento