SALERNO – Sciopero bisarche, lite fra autotrasportatori al porto

Lite fra autotrasportatori questo pomeriggio al porto di Salerno, dove da alcune settimane è in atto un presidio di protesta degli autotrasportatori delle bisarche, i camion addetti al trasporto di automobili. Padre e figlio, titolari di una ditta di trasporti del beneventano, giunti allo scalo salernitano con un carico di vetture, hanno tentato di forzare il presidio e dalle parole si è passati alle vie di fatto. E’ dovuta intervenire la polizia e da quanto si è appreso i due autotrasportatori sanniti si sarebbero scagliati contro gli agenti che sono stati costretti a fermarli e a condurli in Questura.
Un incidente che dimostra lo stato di tensione e di malessere del settore che è in lotta per ottenere un adeguamento dei prezzi fermi da anni, nonostante il caro gasolio. Si attende uno sblocco della vertenza, ma intanto l’incontro previsto per oggi pomeriggio tra i sindacati di categoria e i committenti è stato rinviato a domani. Il fermo delle bisarche che ha causato grossi disagi anche alla Fiat per il trasferimento delle automobili dai piazzali, si dovrebbe sbloccare proprio grazie all’intervento del gruppo automobilistico. “In Italia – ha dichiarato Sebastiano Fiume, segretario di Trasporto Unito Campania – si muove qualcosa solo se si toccano interessi forti come quelli della  Fiat oppure se manca il cibo nei supermercati”.  

Lascia un Commento