SALERNO – Sanità, lettera aperta del presidente dell’Ordine dei medici Ravera

In una lettera aperta il presidente dell’Ordine dei medici della provincia di Salerno, Bruno Ravera, oggi afferma che “l’enorme deficit accumulato dalla sanità campana è dovuto essenzialmente ad una scarsa capacità programmatoria e ad un clientelismo sfrenato, che ha alimentato il proliferare tumultuoso e assurdo di strutture sanitarie, ospedali, cliniche accreditate e non, spesso senza i requisiti minimi previsti e un numero irrazionale di centri diagnostici, che vanno dalle grandi holding ai piccoli laboratori”.
E la difficile situazione della sanità in provincia di Salerno è stata esaminata da una seduta ad hoc convocata dal Consiglio dell’Ordine dei Medici di Salerno ricordando che la gestione della Sanità in Campania è stata negli anni scorsi fortemente deficitaria, tanto da spingere il Governo ad imporre alla Regione il patto di stabilità.
Ma il grave errore dell’attuale gestione della sanità, cui non si sottraggono purtroppo i Commissari, secondo Ravera, “è di pensare di ridurre il deficit senza intervenire sulle cause strutturali che lo hanno prodotto. E’ la logica dei tagli indiscriminati, oggi si dice lineari, che non sempre vanno a colpire sprechi e doppioni”.
L’Ordine dei Medici di Salerno e il suo presidente auspicano che sui problemi della Sanità si apra in Consiglio regionale un ampio confronto in cui i problemi vengano dibattuti e le decisioni diventino operative per ché “non si possa perdere altro tempo per dare risposte certe, a cominciare dai problemi del sistema di emergenza e urgenza”.

Lascia un Commento