SALERNO – Salerno Pulita. I lavoratori scesi dal tetto

Sono scesi soltanto nel primo pomeriggio di oggi dal tetto della sede di Salerno Pulita, i lavoratori del settore rifiuti che da questa mattina occupavano la sede della municipalizzata per protestare contro il mancato pagamento dello stipendio di agosto. L’incontro in Prefettura tra il commissario liquidatore Giuseppe Corona e le sigle sindacali di Cgil, Cisl, Filas e Usb ha portato ad un accordo che prevede il pagamento dello stipendio in due tranche: la prima tra 10 giorni e la seconda entro il 10 ottobre. A far ragionare i lavoratori è stato il questore di Salerno, Antonio De Jesu, che nel primo pomeriggio, insieme all’assessore all’ambiente, Gerardo Calabrese, ha convinto i lavoratori ad abbandonare il presidio. Ma già per domani è prevista una nuova autoconvocazione. Intanto da Palazzo di Città è arrivato l’invito ai cittadini a non conferire questa sera la frazione umida. Intanto è scontro politico tra Comune, Provincia e Consorzio. Dopo Calabrese ha parlato anche il sindaco De Luca che ha chiesto la rimozione di Corona e l’affidamento del servizio di raccolta al Comune.

Lascia un Commento