SALERNO – Ruggi, due inchieste per il furto di rame

Due indagini sono state aperte dopo quanto accaduto ieri pomeriggio nella struttura sottostante all’ospedale di Salerno, dove ignoti hanno rubato oltre 500 metri di rame. La prima indagine, quella interna, è stata avviata già nel pomeriggio di ieri, dalla Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera Ruggi d’Aragona di Salerno, per verificare anche il funzionamento del sistema di controllo. La seconda, è partita ufficialmente nella mattinata di oggi. Gli agenti della squadra mobile della Questura di Salerno, coordinati dalla Procura della Repubblica, stanno valutando diverse ipotesi tra cui quella del sabotaggio.
Il furto di rame ha provocato immediate conseguenze nelle attività del nosocomio. In primis sono state
sospese tutte le attività all’interno delle sale operatorie, dove il funzionamento degli strumenti elettrici è fondamentale.
A
lcuni ricoveri e interventi urgenti sono stati trasferiti a Mercato San severino.
Nessun problema per la Torre Cardiologica dell’ospedale di Salerno che ha un sistema elettrico autonomo ed indipendente
.

Lascia un Commento