Salerno – Ristrutturare casa in Campania vale 1,8 mld

Vale oltre 1,8 miliardi di euro di investimenti la ristrutturazione e il recupero delle case esistenti in Campania, poco più di un terzo del valore aggiunto del settore regionale delle costruzioni, pari a 4,5 miliardi di euro. Lo sostiene l’Ance di Salerno il cui presidente, Antonio Lombardi, spiega che la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente è prioritaria per provare a fare ripartire la filiera delle costruzioni. Lombardi, inoltre, chiede con forza “un piano straordinario di rilancio delle infrastrutture” e la modifica strutturale delle regole del Patto di stabilità interno per evitare il paradosso che anche gli Enti Locali che hanno disponibilità di cassa non possono immettere liquidità sui territori. Secondo le analisi del Centro Studi dell’Ance di Salerno, il mercato delle ristrutturazioni edilizie, solo in provincia di Salerno vale 580 milioni di euro, poco meno della metà del Pil del settore. L’investimento attivabile attraverso interventi di recupero abitativo è di 522 milioni di euro, al quale è da aggiungere un incremento medio potenziale del 10% stimolato dalle agevolazioni fiscali.

L’Ance ricorda che a partire dal 2008, in Italia il comparto abitativo è stato caratterizzato da una significativa contrazione dell’attività produttiva che proseguirà anche per il 2013 con uno scenario negativo e una flessione degli investimenti in nuove abitazioni del 14,3% in termini reali rispetto al 2012.

Lascia un Commento