Salerno, rissa tra detenuti a Fuorni. Trovato un coltello rudimentale

carcere di Salerno

Detenuti italiani e stranieri, rinchiusi nella seconda sezione della casa circondariale di Fuorni, a Salerno, si sono sfidati arrivando ad uno scontro fisico. La notizia, lanciata dal Mattino edizione on line, è stata denunciata dal segretario nazionale per la Campania del Sappe, Emilio Fattorello.

Sarebbero state identificate quattro persone che hanno anche dovuto far ricorso ai sanitari. A quanto pare, in base ad una prima ricostruzione, uno dei detenuti stranieri, armato di un punteruolo, avrebbe anche ferito alla testa un connazionale. 

L’arma, rudimentale, sarebbe stata ricavata da un cucchiaio schiacciato ed affilato. 

Donato Capece, segretario generale del Sappe,  giudica la condotta dei detenuti «irresponsabile e gravissima».  Per Capece,”aggressioni risse, rivolte e incendi sono all’ordine del giorno e i dati sulle presenze in carcere ci dicono che il numero delle presenze di detenuti in carcere è in sensibile aumento”.

Per il segretario generale del Sappe, “non è un caso se, da quando sono stati introdotti nelle carceri vigilanza dinamica e regime penitenziario aperto, gli eventi critici nelle carceri sono decuplicati”.

Lascia un Commento