Salerno – Riorganizzazione INPS, le preoccupazioni dell’USB

L’Unione Sindacale di Base di Salerno esprime profonda preoccupazione e forti dubbi per l’avvio del processo di programmazione e budget delle strutture territoriali dell’INPS a partire dal prossimo anno quando è prevista anche l’estensione della sperimentazione del modello organizzativo integrato di direzione provinciale in relazione anche all’accorpamento dell’INPDAP. Sulla scorta di un incontro lo scorso 17 dicembre tra la Direzione Provinciale INPS di Salerno, l’USB, tutte le RSU e le altre Organizzazioni sindacali, la stessa Unione di Base insoddisfatta dell’esito della riunione “pretende chiarezza e certezze sul futuro occupazionale e soprattutto pretende che si smetta di tagliare servizi e risorse che non sono altro che tagli ai cittadini e lavoratori, “preludio”, secondo l’USB, della chiusura dell’Ente di Previdenza.

Nella riunione in questione, secondo l’USB, la Direzione Provinciale INPS ha discusso solamente della ricerca dei Funzionari per l’Invalidità Civile, senza affrontare le problematiche del dimensionamento del carico di lavoro, la rilevazione del fabbisogno di risorse umane, la programmazione delle leve gestionali, la rilevazione del fabbisogno di risorse economiche, e quindi la definizione del budget economico per il controllo dei costi di gestione e per il controllo della spesa. Per l’USB è rilevante anche il tema del nuovo modello integrato che in queste ore tiene in apprensione tutti i lavoratori che devono sapere cosa li aspetta nel corso del prossimo anno. L’Unione sindacale di base afferma di non voler essere “complice di processi riorganizzativi che avvengono sulla pelle dei lavoratori senza coinvolgimento, discussione e condivisione dei protagonisti”. 

Lascia un Commento