SALERNO – Rinviata la decisione sull’incompatibilità di De Luca

E’ stata rinviata la decisione sull’incompatibilità, e la conseguente decadenza, del sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca (Pd), nominato nelle settimane scorse viceministro ai Trasporti nel Governo di Enrico Letta. La questione è stata trattata nel consiglio comunale di ieri. La decisione è contenuta in un ordine del giorno approvato a maggioranza, con i voti dei consiglieri delle liste civiche di centrosinistra, che sostengono De Luca; contrari i consiglieri di opposizione del centrodestra. E’ stato incaricato il Presidente del Consiglio Comunale, Antonio D’Alessio, insieme alla Commissione Statuto, di verificare se le norme sull’incompatibilità fra la carica di sindaco e quella di viceministro si applicano agli amministratori, come De Luca,  già in carica al momento dell’entrata in vigore della legge 148/2011 che prevede tale incompatibilità.

Intanto il consigliere comunale del Pdl Roberto Celano sollecita l’intervento del prefetto di Salerno, Pantalone, sulla vicenda della incompatibilità. "Lo spettacolo offerto dai progressisti e dalla maggioranza nel corso del Consiglio Comunale – scrive in una nota Celano – é apparso indecente. Ora intervenga il Prefetto, e i parlamentari salernitani incontrino Letta ed Alfano per chiedere e imporre il rispetto immediato delle norme da chi, ricoprendo apicali cariche istituzionali, dovrebbe rappresentare per tutti esempio di correttezza e legalità".

Lascia un Commento