SALERNO – Rifiuti, tassa più cara a Napoli e Salerno

La città di Salerno è fra le prime tre città italiane più costose per la bolletta dei rifiuti. Le altre due sono Napoli e Siracusa. Lo afferma un report dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva sul servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani su tutti i capoluoghi di provincia. La classifica della top ten delle città più care, secondo Cittadinanzattiva, pone sul gradino più alto del podio Napoli, con 529 euro; a seguire Salerno, con 421 euro; Siracusa, 407 euro.
Le più economiche sono invece Isernia con 122 euro e Matera con 135 euro. La spesa media nazionale per famiglia, spiega il report, è stata di 253 euro, con un aumento del 2,8% rispetto all’anno precedente. A Salerno i costi negli ultimi 5 anni sono aumentati del 98%, quindi si sono raddoppiati secondo lo studio realizzato dall’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva. E in attesa della Tares gli ultimi colpi di coda di Tarsu e Tia segnano un incremento medio del 2,8%.

Lascia un Commento