SALERNO – Rifiuti: quando Bellacosa sconfessò i commissari dei consorzi di bacino

Rifiuti: tutto regolare oggi a Salerno. Già ieri sera gli addetti di Salerno Pulita sono usciti per raccogliere l’indifferenziato in città e hanno continuato ad oltranza anche per raccogliere la frazione organica. Nessuna situazione di disagio dopo la giornata di protesta di ieri che aveva visto la paralisi del servizio. Non si ferma però il dibattito politico sul futuro dei Consorzi di Bacino e sull’adeguatezza del commissario liquidatore del Salerno 2, Giuseppe Corona. Ieri a difenderlo ci avevano pensato più esponenti del Pdl: dal coordinatore provinciale, Antonio Mauro Russo, al presidente di Ecoambiente Salerno e consigliere comunale, Roberto Celano. Fino all’assessore provinciale all’ambiente, Adriano Bellacosa, che aveva elogiato il lavoro dell’avvocato salernitano, evidenziando i successi contabili. Oggi, però, spunta fuori una comunicazione del 14 giugno scorso nella quale Bellacosa striglia i quattro commissari dei consorzi e lo stesso presidente di Ecoambiente, Celano. Bellacosa lamenta il mancato invio dei piani di liquidazione, come concordato in una precedente riunione del 1 giugno. «Ad oggi – scrive – ho ricevuto soltanto due bozze di piani di liquidazione, da parte del Salerno 1 e del Salerno 2, che comunque non rispondono pienamente ai temi sollecitati». Bellacosa aveva infatti chiesto un piano nel quale venissero evidenziate le criticità in vista dello scioglimento obbligatorio per legge, fissato per il 31 dicembre prossimo.

Lascia un Commento