SALERNO – Rapporto sul settore industria chimica e plastica

Un’indagine sul settore dell’industria della chimica e della plastica è stata realizzata in provincia di Salerno dall’Osservatorio Economico Provinciale della Camera di Commercio in collaborazione con l’Università di Salerno. Dall’indagine, i cui risultati sono stati presentati oggi, emerge che la distribuzione geografica delle imprese del settore chimico-plastico è piuttosto equa, con una lieve concentrazione nella zona dell’Agro nocerino, dove si concentra il 30% delle imprese, e nella Piana del Sele che conta il 27,18% delle aziende. La Piana del Sele detiene però il primato per volume di fatturato pari al 61,8% del totale provinciale, contro l’appena 18% dell’Agro-Nocerino. Dall’analisi dei dati emerge che circa il 69% delle imprese del chimico-plastico intervistate é stata fondata dall’attuale titolare, mentre solo il 14% ha risposto che l’impresa é stata fondata dai genitori dell’attuale titolare. L’indagine dimostra che il settore si caratterizza per la presenza di imprese con un basso numero di addetti. Il 39% degli intervistati ha risposto che ha massimo 10 addetti, il 35% possiede tra i 15 e 25 addetti, mentre il 15% degli intervistati si colloca nell’intervallo tra 26 e 50 addetti. L’incidenza del lavoro femminile in questo settore produttivo risulta piuttosto bassa, mentre la presenza di lavoratori stranieri registrata nel settore chimico-plastico in provincia di Salerno risulta assolutamente trascurabile.

Lascia un Commento