SALERNO – Raccolta differenziata al 69%. Aumentano i cittadini irrispettosi delle regole

L’Assessore all’Ambiente del Comune di Salerno Gerardo Calabrese, nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso il Salone del Gonfalone nel Palazzo di Città, ha presentato i dati sulla raccolta differenziata relativi all’anno appena trascorso. Nel 2011 sono state raccolte ed avviate a recupero 44.540,580 tonnellate di rifiuti che, rapportate alla quantità di rifiuti indifferenziati pari a 19.839,260 tonnellate, hanno fissato nel 68,34% l’incidenza della raccolta differenziata.

Nonostante un leggero decremento della percentuale di raccolta differenziata rispetto all’anno 2010 (- 1,75%) si tratta, in ogni caso, di un ottimo risultato se consideriamo che appena 5 anni fa si era al 13,3%. Dal 2008 al 2011, grazie all’attivazione del servizio di raccolta porta a porta, delle isole ecologiche e delle numerose iniziative di sensibilizzazione, il Comune di Salerno ha guadagnato 55 punti percentuali.

Da uno sguardo più attento ai dati, rispetto alla rilevazione 2010, risulta evidente l’aumento dei rifiuti indifferenziati (+ 4,35%) e un parallelo decremento dei rifiuti da raccolta differenziata (- 4,36%). A patire un calo maggiore sono stati i rifiuti della raccolta porta a porta: -12% per la carta, – 10% per il multimateriale, – 5% per l’organico e – 4% per gli imballaggi in cartone.

Tale decremento evidenzia l’esistenza di una consistente area di cittadini inosservanti delle disposizioni in materia di conferimento rifiuti. Il dato più rilevante, in tal senso, è lo scarico abusivo nei pressi delle campane per la raccolta di vetro, che si registra in particolare nei rioni collinari e nei quartieri perfierici. Tali comportamenti hanno determinato anche un calo nella raccolta del vetro (- 4,5% rispetto al 2010), spesso mischiato a rifiuti di altra natura.

A completare i dati 2011 le altre due modalità di raccolta: quella stradale registra una flessione del 8,4%; risultato estremamente positivo, invece, per la raccolta presso le isole ecologiche (+ 16%).

Lascia un Commento