SALERNO – Processo California, assolto con formula piena l’ex ministro Carmelo Conte

La Corte d’Appello di Salerno ieri sera ha confermato la sentenza di assoluzione per l’ex ministro Carmelo Conte, di Eboli (nella foto) nell’ambito del cosiddetto processo California che lo vedeva imputato per presunti intrecci tra politica e camorra. Un’inchiesta partita nel ‘92 e che vedeva imputate 57 persone. L’ex ministro per le Aree urbane è stato assolto con la formula piena “perché il fatto non sussiste”. In secondo grado è giunta la conferma della prima sentenza emessa dal Tribunale di Salerno il 27 ottobre 2007. Il collegio giudicante ha ordinato però ai legali di Carmelo Conte di cancellare dalla memoria difensiva, alcune espressioni ritenute offensive.

Assolti anche il fratello dell’ex ministro, Angelino Conte, l’ex sindaco di Battipaglia Antonio Concilio e l’ex assessore dello stesso comune Alberto Paraggio. Assolto con formula piena in Appello anche l’imprenditore Guido Bianchi, mentre è scattata la prescrizione per l’ex sindaco di Eboli, Elio Presutto così come per Achille Pirozzi. Reati prescritti anche per Angelo Cerrone, per Pasquale e Carlo Alberto Onnembo. Invece sono state sostanzialmente confermate quasi tutte le condanne nei confronti di esponenti della criminalità organizzata, anche se per molti alcuni reati sono prescritti. Le pene vanno da un massimo di 11 anni di reclusione ad un minimo di tre anni.

Una risposta

  1. mimmo 01/12/2011

Lascia un Commento