SALERNO – Primarie del Pd. I commenti di Landolfi e Valiante

“Luci e ombre nelle liste del PD”. E’ il primo commento del segretario provinciale di Salerno del partito, Nicola Landolfi, dopo che la Direzione nazionale ha approvato le liste per le elezioni politiche del febbraio prossimo. Secondo Landolfi, ci sono presenze significative e aperture che sono un segnale di rinnovamento che vanno riconosciute e valorizzate, ma ci sono anche “blitz dell’ultima ora, colpi di coda e resistenze correntizie” che, almeno per la Campania, afferma Landolfi, possono essere ancora messe in discussione prima della presentazione ufficiale delle liste.

“Lo spirito delle primarie quale strumento di democrazia è stato stravolto nella composizione delle liste in Campania, tanto quelle per la Camera dei Deputati quanto quelle per il Senato”. A dirlo in una nota è il consigliere regionale salernitano del Pd, Gianfranco Valiante, secondo il quale nelle liste ci sono “soggetti, certamente non personalità e neppure persone autorevoli, estranei e sconosciuti al territorio ma utilmente collocati in posizione per essere eletti”. Per Valiante è stato tradito lo strumento democratico e si sono consolidate vecchie logiche e, cosa più grave, si rischia ancora di abusare della credulità popolare e di raggirare gli avviliti e nauseati cittadini. Il Consigliere regionale rivolge un appello al segretario Nazionale del Partito Democratico Pierluigi Bersani affinchè riveda la composizione delle liste in Campania evitando di mortificare – conclude Valiante – chi, giorno per giorno, spende la propria esistenza in direzione del bene comune, evitando di gratificare i “soliti e non meritevoli noti”.

 

Lascia un Commento