SALERNO – Porto, scoperta frode alimentare nel settore dell’olio d’oliva

Un container pieno di olio d’oliva spacciato per extravergine è stato scoperto al Porto di Salerno dagli uomini della Finanza in collaborazione con Funzionari della locale Dogana, che hanno eseguito degli specifici accertamenti sul carico di olio diviso in quattro lotti, di una società attiva nella produzione di olio di oliva, con sede in Abruzzo, pronto per l’esportazione. L’analisi di laboratorio, con procedimento panel-test, ha chiarito che, per tre lotti, pari a quasi 9mila litri, il prodotto non era altro che “olio d’oliva” anziché “olio extravergine d’oliva”. Al legale rappresentante della società, resosi responsabile della frode alimentare, è stata contesta la sanzione amministrativa pecuniaria, pari a oltre 85mila euro.

Lascia un Commento