SALERNO – Piazza Mazzini all’asta. De Luca risponde alle polemiche su RADIO ALFA

Rude, diretto e arrabbiato. Il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca risponde con veemenza a quelle che senza remore definisce delle "palle" ed "imbecillità", ovvero le false voci sulla futura costruzione di un palazzo/torre a Piazza Mazzini. Il consiglio comunale di Salerno lunedì ha approvato l’aggiornamento dei beni alienabili da parte del Comune aggiungendo anche piazza Mazzini, l’area di via Vinciprova dove sorgeva il mercato ortofrutticolo e l’area del parcheggio del Grand Hotel Salerno. In queste ultime due aree, il Piano Regolatore prevede già un’autorizzazione ad edificare (edifici per abitazioni prevate), nel primo caso invece, quello di Piazza Mazzini, il Piano Regolatore prevede solo una destinazione commerciale o di servizi. "Pensiamo, ha detto De Luca, si possa realizzare un edificio/stecca al massimo di due piani con colonnati esattamente com’è alla stessa altezza sul lato interno di Corso Garibaldi. Ma a Salerno c’è una massa di persone che non ha una "mazza" da fare se non creare comitati e problemi. Pensano di perdere la visuale sul mare? (come dal sindaco denunciato per il caso del Crescent n.d.r.). Bè, io da casa mia non ho mai visto il mare. Abito al primo piano di via Lanzalone e tutt’al più mi sono affacciato sul posto dove prima c’erano i cassonetti della spazzatura. Mi stanno facendo fare il fegato grosso con questa questione!"  

Ascolta la puntata in podcast

 

Lascia un Commento