Salerno – Pastificio Amato, stop alla produzione ma Di Martino ha ottenuto altri tre mesi di proroga

Scade domani la prima proroga di tre mesi per il fitto del pastificio Amato all’imprenditore Giuseppe Di Martino ma l’imprenditore di Gragnano ha ottenuto dal giudice delegato Giorgio Jachia che lo ha ricevuto al tribunale fallimentare, una nuova proroga fino al prossimo 30 novembre. 
I
l curatore fallimentare dell’azienda, Luigi Amendola, ha specificato che con l’attuale gestore è stato concordato un fermo tecnico di qualche giorno, a partire da domani, per effettuare la manutenzione dei macchinari ma anche per il licenziamento dei 29 operai attualmente al lavoro. Un iter “strumentale” che consentirà agli operai di usufruire della mobilità come previsto in un accordo sottoscritto presso l’Ormel. Di Martino avrebbe anche confermato la sua intenzione a valutare una proposta per l’acquisto dello stabilimento. La prossima garà dovrebbe essere bandita, a questo punto, nel mese di novembre.
Al momento, quel che è certo, è che l’ultima proposta di 12 milioni (stabilimento escluso il terreno) è considerata improponibile.

Lascia un Commento