SALERNO – Parto gemellare a 57 anni, encomio all’equipe medica

I medici e il personale della Struttura complessa “Gravidanza a rischio”, dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Salerno, con in testa il direttore Raffaele Petta, hanno ricevuto un encomio dal presidente della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sugli errori sanitari, Leoluca Orlando, per le modalità con cui è stata gestita la difficile gravidanza della dottoressa salernitana di 57 anni, che lo scorso settembre ha dato alla luce due gemelle. L’encomio è andato anche al direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria, Attilio Bianchi, e al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro. La struttura “Gravidanza a rischio”, che ha iniziato l’attività nel 2009, consente un monitoraggio di patologie molto complesse in gravidanza. Segue gravidanze gemellari e trigemini, soprattutto quelle complicate dalla presenza di una sola placenta che nutre due gemelli, condizione che può rappresentare un grave pericolo per i feti. Esegue studi sofisticati per la sorveglianza del benessere fetale e per il timing del parto nel caso di feti prematuri. E’ attiva anche una sezione di Diagnostica Prenatale.

Lascia un Commento