SALERNO – Operazione Mal’aria. A Salerno polveri sottili nei limiti

Aria buona a Salerno nei primi due mesi dell’anno in corso. In città non si registrano infatti superamenti dei limiti di legge per le polveri sottili. Superamento che c’è stato a gennaio e febbraio in sei città italiane come Torino e Frosinone. Si è fuorilegge quando il limite delle polveri sottili viene superato più di 35 giorni all’anno e finora Salerno non ha sforato il limite in nessun giorno, mentre Potenza un solo giorno. Un dato quindi positivo che però è da mettere in relazione anche con le condizioni del tempo favorevoli, vento e pioggia, come ha evidenziato il presidente di Legambiente Campania, Michele Buonomo. Per Salerno quindi si attende una conferma nei prossimi mesi con i dati che arriveranno dalle centraline di rilevamento dell’inquinamento atmosferico collocate nelle zone di Fratte, Pastena e di Via Vernieri. L’assessore all’ambiente del comune, Gerardo Calabrese, ammette che una grossa mano è arrivata dalle condizioni del tempo, ma ricorda che l’amministrazione sta lavorando sul fronte traffico, che rimane tra le principali fonti di inquinamento in città.

Lascia un Commento